Decreto del Dirigente dell'Unità Organizzativa del 2 luglio 2001, n.16043

 

Individuazione delle modalità di versamento delle somme per l'attività istruttoria della procedura di VIA Regionale ai sensi della L.R. 2 febbraio 2001, n.3 .

 

IL DIRIGENTE DELL’UNITA’ ORGANIZZATIVA

 

Visto il D.P.R. 12 aprile 1996 per l’attuazione dell’art. 40, comma 1, della legge 22 febbraio 1994, n. 146, concernente disposizioni in materia di valutazione di impatto ambientale;

Vista la L.R. 3 settembre 1999, n. 20 recante "Norme in materia di impatto ambientale";

Vista e richiamata la L.R. 2 febbraio 2001, n. 3 "Modifiche ed integrazioni a disposizioni legislative regionali in materia di assetto istituzionale, sviluppo economico, territorio e ambiente e infrastrutture e servizi alla persona, finalizzate all’attuazione del DPEFR ai sensi dell’art. 9-ter della L.R. 34/1978" ed in particolare l’art. 3 comma 6) che integra la L.R. 20/99 disponendo che: "Il proponente di studi di impatto ambientale soggetti alla fase di cui alla lettera d) dell’articolo 4 è tenuto a versare a favore dell’autorità competente, per lo svolgimento dell’attività istruttoria ad essa assegnata, una somma pari allo 0,5 per mille del valore complessivo delle opere da realizzare";

Considerato che l’importo che il proponente dovrà versare, alla Regione Lombardia, per l’istruttoria al fine della pronuncia di compatibilità ambientale relativa ai progetto sottoposti a procedura di VIA regionale, dovrà essere desunto da un preventivo di spesa delle opere da realizzare allegato al progetto, firmato dal proponente ed asseverato dal progettista;

Ritenuto di dover provvedere a disciplinare le modalità di versamento delle somme di cui al punto precedente;

Visto il Bilancio dell’esercizio finanziario 2001 e più precisamente: U.P.B. 3.3.09 Cap. 5441 "Proventi derivanti dall’attività istruttoria per la valutazione degli studi di impatto ambientale", U.P.B. 4.10.2.4.2.107 Cap. 5438 "Spese per l’ottimizzazione delle fasi di procedura di valutazione di impatto ambientale (VIA);

Visto il Decreto n. 13393 del 24/5/2000 a firma del Presidente della Giunta Regionale con il quale sono state attribuite le competenze all’Assessore al Territorio ed urbanistica; la Deliberazione della Giunta regionale n.VII/4 del 24/5/2000 con la quale sono state costituite le direzioni generali e sono stati nominati i direttori; il decreto n. 557 del 10 gennaio 2001 con il quale il Dirigente dell’Unità Organizzativa Sviluppo sostenibile del territorio è stato delegato a firmare gli atti e i provvedimenti rientranti nelle specifiche competenze attribuite con la d.g.r. n. VII/2764 del 22.12.2000 "Aggiornamento dell’assetto organizzativo della Giunta Regionale (V provvedimento 2000)";

 

DECRETA

 

  1. La somma pari allo 0,5 per mille, del valore complessivo delle opere da realizzare che il proponente di studi di impatto ambientale, di cui alla L.R. 20/99, è tenuto a versare alla Regione Lombardia dovrà avvenire mediante bonifico bancario sul c/c 1/9 ABI 03069 CAB 09790 intestato a: TESORERIA REGIONE LOMBARDIA, Via Pirelli 12- Milano.
  2. Sino al 31 dicembre 2001 l’importo di cui al punto precedente, che sarà calcolato in lire italiane, dovrà essere arrotondato alle 1000 lire per eccesso o per difetto.
  3. Dal 1 gennaio 2002 il versamento dovrà avvenire in Euro e arrotondato secondo le modalità previste all’art. 4 del D. Lgs. 24/6/1998 n. 213.
  4. Il bonifico bancario dovrà riportare la seguente causale: "Attività istruttoria per la valutazione di impatto ambientale - U.P.B. 3.3.9 Cap.5441".
  5. Copia della ricevuta di avvenuto versamento dovrà essere trasmessa dal proponente, alla Struttura VIA dell’U.O. Sviluppo Sostenibile del Territorio della D.G. Territorio e Urbanistica, entro 15 giorni dalla data di avvenuto deposito dello studio di impatto ambientale e del progetto.
  6. Lo studio di impatto ambientale ed il progetto, depositati in triplice copia, dovranno essere corredati da una copia del preventivo di spesa delle opere da realizzare, firmato dal Proponete ed asseverato dal Progettista.
  7. Di dare atto che quanto previsto dall’art. 3 della citata L.R. 3/2001 deve intendersi applicato a far tempo dal 7 febbraio 2001, data di entrata in vigore della legge regionale medesima, secondo le modalità sopra individuate.
  8. Il presente provvedimento, che per il suo contenuto deve essere portato a conoscenza della pluralità dei cittadini, dovrà essere pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

 

U.O. SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO

(Alberto De Luigi)